Dario D’Aronco

DARIO D'ARONCO

Una forma di estraniazione è presente anche nelle opere di Dario D’Aronco, in cui i temi dell’obsolescenza e della tautologia sono messi in relazione alle tecniche usate.


DARIO D’ARONCO

Composizione-S, 2014
Pittura acrilica, carta, tessuto, marmo, stampa 3D, video animazione 3D
Courtesy l’artista

Una forma di estraniazione è presente anche nelle opere di Dario D’Aronco, in cui i temi dell’obsolescenza e della tautologia sono messi in relazione alle tecniche usate. L’opera Composizione-S, in mostra alla Strozzina, è costituita da una serie di traduzioni in media diversi che spaziano dalla pittura acrilica alla stampa 3D, dall’animazione al foglio in PVC, cercando una via di mezzo tra pittura, scultura e video. Il valore semantico viene congelato e il riflesso diventa centrale nel rendering dell’oggetto. L’opera si basa sulla trasformazione dell’invito di una mostra cui l’artista ha partecipato, tradotto attraverso tecniche diversese guendo la regola della proporzione aurea. L’oggetto tridimensionale, dipinto, poi scansionato, stampato e proiettato in diversi formati, viene tradotto in scultura, assumendo così una nuova solidità e cancellando i limiti del tempo.

Dario D’Aronco è nato nel 1980 a Latina, Italia. Vive e lavora tra Rotterdam,Paesi Bassi, e Roma, Italia. Tra le mostre personali recenti: (eidolon) 3 illustrations for voice, De Vleeshal, Middelburg (2013);Veduta isomorfica per voce e luce, FondazioneVolume!, Roma (2013); Soundcorner,Auditorium Parco della musica, Roma(2013). Tra le collettive: Adam, Eve & the Devil, Marres, Maastricht (2015); AlexisBlake, Dario D’Aronco and Kym Ward, VanEyck Academie, Maastricht (2014); Arte Povera A-Z, Museumcultuur Strombeek,Gand (2014); Vetrinale-festival d’arte contemporanea, Roma (2012); Teatro delle esposizioni 3, Villa Medici, Roma (2012); Three Artists Walk into a Bar, De AppelArts Centre, Amsterdam (2012); Dream of Insomnia Workshop, Fondazione Ratti,Villa Sucota, Como (2012); Landscape on the Move, SAM Sound art museum / DeKabinetten van De Vleeshal, Middelburg(2012).



« torna alla mostra
CONTATTI
Informazioni: +39 055 26 45 155
Prenotazioni: +39 055 24 69 600
Email: info@palazzostrozzi.org
Cliccando sul bottone go si dichiara di aver letto ed accettatto le politiche sulla privacy

CALENDARIO EVENTI:  dicembre 2019
L M M G V S D
« giu    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

ARCHIVIO ARTISTI  clicca sulla lettera

A B C D E F G
H I J K L M N
O P Q R S T U
V W X Y Z

Con la grande mostra dedicata ad Ai Weiwei (23 settembre 2016-22 gennaio 2017) per la prima volta Palazzo Strozzi diventa uno spazio espositivo unitario che comprende facciata, Cortile, Piano Nobile e Strozzina.

L’arte contemporanea esce dalla Strozzina e si espande sia a livello espositivo che di comunicazione, in uno scenario in cui Palazzo Strozzi partecipa attivamente all’avanguardia artistica del nostro tempo.

Per questo motivo le informazioni relative alla mostra Ai Weiwei. Libero e il programma di mostre e attività future dedicato all'arte contemporanea saranno consultabili direttamente al sito www.palazzostrozzi.org e sui canali social di Palazzo Strozzi.

chiudi