CCCS
Declining Democracy
       
 

Francis Alÿs
Michael Bielicky &
Kamila B. Richter

Buuuuuuuuu
Roger Cremers
Democracia
Juan Manuel Echavarría
Thomas Feuerstein
Thomas Hirschhorn
Thomas Kilpper
Lucy Kimbell
Cesare Pietroiusti
Artur Żmijewski

HOME / INFO / CATALOGO / EVENTI / EDUCAZIONE / ENGLISH

 

Courtesy Buuuuuuuuu and its contributors
www.buuuuuuuuu.net

Il gruppo Buuuuuuuuu è composto di tre artisti italiani residenti da anni a Vienna. La loro collaborazione è motivata dall’interesse comune di esercitare, attraverso l’arte, un’influenza sugli avvenimenti politici del loro paese. Come dichiarano con forza sul loro sito web, l’obiettivo è di raccogliere “idee e progetti contro le democrazie autoritarie”, contribuire alla “caduta del Governo Berlusconi” e servirsi di “internet per creare un network internazionale di persone che condividono gli scopi dell’azione artistica e utilizzano canali alternativi di linguaggio e comunicazione”.  
Sul sito buuuuuuuuu.net, il collettivo assembla un archivio di arte contemporanea dichiaratamente politica, come il celebre No di Santiago Sierra o la serie fotografica di Ai Weiwei in cui l’artista punta il dito medio contro simboli del potere. L’idea è di permettere agli utenti di tracciare paralleli o ripetere azioni simili contestualizzandole nel proprio quotidiano.   Buuuuuuuuu utilizza la rete come strumento di connessione a livello internazionale per persone che condividono idee sull’arte politicamente impegnata e sull’azionismo. Già tramite il motto che campeggia sulla pagina iniziale del loro sito, gli artisti dichiarano l’intenzione del loro progetto: esortare gli utenti a intraprendere azioni, a “sporcarsi le mani” e a dar voce al proprio dissenso. Il collettivo lancia iniziative partecipative, pubblicando brevi istruzioni per azioni che gli utenti sono chiamati a svolgere e a documentare autonomamente. Ciascuna delle azioni può essere messa in pratica con estrema facilità e con l’impiego di oggetti d’uso comune, come un cellulare o un registratore.  
Sono azioni semplici, spesso ironiche, che a volte ricordano azioni d’arte performativa come le One minute sculptures di Erwin Wurm e vivono della partecipazione del pubblico, che ne diventa protagonista. I progetti prevedono quasi sempre un’azione svolta individualmente, in alcuni casi in luoghi pubblici e in altri nell’intimità della propria sfera privata. Sono piccoli gesti, come quello di rimanere in silenzio e sorridere per la durata di un minuto, riprendendo l’azione per mezzo della funzione video del cellulare in segno di protesta contro il premier italiano; oppure organizzare una manifestazione di massa da soli, muniti di un lettore audio che diffonde il boato di folle in sommossa, creando per i passanti un senso di malinconico e assurdo contrasto tra ciò che vedono e ciò che sentono.  
Per i tre artisti è di fondamentale importanza interagire allo stesso livello con la comunità online. Il gruppo Buuuuuuuuu mette a disposizione di tutti il proprio sito invitando chiunque a collaborare, presentando progetti propri e trasformando la piattaforma digitale in un luogo di aggregazione, una piazza virtuale in cui esprimersi e dare testimonianza del proprio dissenso.


One minute smile against Berlusconi, 2011
Installation view at CCC Strozzina, Palazzo Strozzi, Firenze




Political Slogan, 2011
Installation view at CCC Strozzina, Palazzo Strozzi, Firenze



Buuuuuuuuu è un collettivo artistico rivolto a una partecipazione attiva delle persone per creare nuove forme di protesta politica. Buuuuuuuuu è stato creato da:
Pablo Chiereghin (Adria, 1977 – www.pablochiereghin.com). Lavora con fotografia non convenzionale, azioni e performance. La sua ricerca è ispirata dalla curiosità giornaliera e dalle dinamiche sociali e politiche. La sua attività è concepita in dialogo con il pubblico e gioca con le interferenze tra mezzo e significato.
Gianmaria Gava (Venezia, 1978 – www.gianmariagava.com). Dopo gli studi in Scienze politiche ha iniziato a lavorare come fotografo freelance per molte riviste internazionali. La sua ricerca si esprime in progetti e reportage video e fotografici che propongono come temi comportamenti della collettività, questioni sociali e problemi ecologici. Le sue opere riflettono questioni e fratture prodotte da un’economia e una società guidate solo dal mercato.
Aldo Giannotti (Genova, 1977 – www.aldogiannotti.com). Nei suoi progetti performativi esplora l’economia dell’arte al di là dei comuni confini istituzionali, creando nuove strategie artistiche. Centrali nella sua ricerca sono l’indagine sulla nozione di strutture familiari, i conflitti socio-politici, la religione e le relazioni di potere.

bottom
bottom
 
Declining Democracy