Virtual Identities
Palazzo Strozzi
  Strozzina
       
         

 

 




Text










Metropath(ologies), 2008-2011
Mixed media installation
Courtesy Sociable Media Group - MIT Media Lab
Installation view at CCC Strozzina, Firenze
Photo: Martino Margheri

Sociable Media Group è un collettivo artistico e di ricerca che analizza problemi inerenti la società e l'identità nel mondo dei media tecnologici. I loro progetti sollevano interrogativi quali: come percepiamo le altre persone in rete? Che aspetto ha un gruppo virtuale di persone? Come si sviluppano le convinzioni sociali nel mondo della rete? Sulla base del loro interesse per il design, costruiscono interfacce e installazioni sperimentali che esplorano nuove forme di interazione sociale nel mondo della rete. Nato all'interno del MIT Media Lab (Cambridge, MA, USA) e diretto da Judith Donath, Sociable Media Group comprende come suoi membri gli artisti e ricercatori Yannick Assogba, Alex Dragulescu e Aaron Zinman.

Sociable Media Group è un gruppo di ricerca che tramite la realizzazione di interfacce e installazioni multimediali esplora il concetto di identità e le nuove forme di interazione sociale nel mondo contemporaneo.
Metropath(ologies) è una installazione partecipativa che si basa su una complessa programmazione che permette la visualizzazione spaziale di informazioni disponili online, rendendo trasparente il continuo flusso di dati nella rete. Prima di entrare nell'installazione, i visitatori incontrano un computer che richiede di inserire i loro nomi. Il programma Personas inizia una ricerca di informazioni sul web, cercando di formulare una caratterizzazione dell'utente sulla base di una serie predeterminata di categorie create algoritmicamente sulla base di un immenso corpus di dati.
Sullo schermo del computer sono visualizzati i diversi passaggi di questo processo di analisi. L'osservatore entra in uno spazio che funziona come metafora di una effimera architettura di dati, dove vengono proiettati innumerevoli frammenti digitali. I dati personali reperiti sulla rete, immagini del visitatore in tempo reale riprese dalle telecamere della sorveglianza, registrazioni audio e live news da internet si mescolano e formano un tutto unico. Il visitatore diventa parte di un'opera d'arte mediale totale, dove egli è presente tanto fisicamente quanto con la sua ombra digitale.

    EVAN BADEN
CHRISTOPHER BAKER
NATALIE BOOKCHIN
ROBBIE COOPER
etoy.CORPORATION
NICHOLAS FELTON
LES LIENS INVISIBLES
CHRIS OAKLEY
SOCIABLE MEDIA GROUP
MICHAEL WOLF
Special project: I AM NEDA
Special project: ME 2.0


         
space