Palazzo Strozzi

Detail of Bohemian Club, 2005
Courtesy the artists


Bureau d'études
Installation view, Centro di Cultura Contemporanea Strozzina, Firenze
Photo: Valentina Muscedra

In una società basata sull'informazione e sulla comunicazione la distanza fra privato e pubblico, fra segreto e manifesto si accorcia sempre più, aprendo nuove potenzialità anche per la pratica artistica, che può diventare un mezzo di contrasto per svelare occulte relazioni di potere.
Da diversi anni i due artisti realizzano mappe del potere tramite le quali analizzano e mettono a confronto sistemi politici, sociali ed economici del mondo contemporaneo. Scopo di queste carte è rendere visibile ciò che normalmente è nascosto, ossia le relazioni non ufficiali che organizzano e regolano il mondo degli affari e della politica. Queste descrizioni e analisi visive del capitalismo transnazionale si basano su ricerche approfondite e vengono presentate quasi sempre tramite visualizzazioni in grandi formati. Questa strategia artistica, detta "cartografia critica", ha conosciuto uno sviluppo significativo grazie ai mezzi di comunicazione digitale: le tecnologie informatiche consentono infatti la ricerca incrociata, oltre che analitica, di dati e informazioni, registrando le tracce di connessioni ramificate e i retroscena di complesse relazioni di potere.
La mappa World Government visualizza i complessi intrecci fra le strutture del potere globale: un tentativo di elaborare visivamente l'intricata interazione fra centri finanziari, think tank strategici e diplomatici, ricerca tecnica e scientifica, uffici di pianificazione, reti di influenze politiche, mafie, servizi segreti e prestazioni legali e fiscali. Gli artisti non hanno alcuna pretesa di completezza; al contrario, intendono il loro lavoro come l'istantanea di una ricerca metodica e in costante sviluppo. La struttura di potere così visualizzata non è chiusa o gerarchicamente univoca.
L'autorità non esiste come un centro chiaramente definito, ma si presenta con la forma di una rete flessibile, "meta-amministrativa", che agisce a livello globale assumendo configurazioni sempre nuove. Il "governo mondiale" si comporta, secondo i due artisti, come un corpo che regola il caos.

BUREAU D'ETUDES (Francia)
The World Government, 2005
Administration of Terror, 2010

Nel lavoro di Bureau d'études, duo di artisti concettuali francesi formato da Léonore Bonaccini e Xavier Fourt, si fondono arte, teoria politica e ricerca pratica. Le loro opere visualizzano le interdipendenze reciproche tra singoli individui, politica, istituzioni e imprese. Quello che un tempo era campo d'azione esclusivo del giornalismo d'inchiesta oggi è diventato pratica culturale.

 
Line
inizio pagina
 
Tina Barney
Christoph Brech
Fabio Cifariello Ciardi
Clegg & Guttmann
Nick Danziger
Rineke Dijkstra
Jim Dow
Bureau d’etudes
Francesco Jodice
Annie Leibovitz
Helmut Newton
Trevor Paglen
Martin Parr
Daniela Rossell
Wang Qingsong
Jules Spinatsch
Hiroshi Sugimoto
The Yes Men
Home l About l Lectures l Catalogo l Educazione l English
Strozzina
1.10.2010 – 23.01.2011