HOME l CATALOGO l LECTURES l EDUCAZIONE l ENGLISH

LUCHEZAR BOYADJIEV
(Bulgaria, 1957)


GastARTbeiter, 2000-2007
stampa a getto d’inchiosto su carta, 250 x 500 cm
Courtesy Galerie Feinkost, Berlin







Quanto vale un artista? Un pannello triplo riproduce graficamente dieci anni di lavoro dell’artista bulgaro, con l’obiettivo di documentare il valore attribuitogli nel corso della realizzazione di vari progetti istituzionali. Stralci di corrispondenza, calcoli e fotografie compongono un insieme in cui è visualizzato l’aspetto finanziario del rapporto che intercorre fra artista e istituzione durante l’organizzazione di una mostra. Luchezar Boyadjiev analizza il processo di creazione e di scambio del capitale culturale e di quello economico. Il titolo GastARTbeiter è un gioco di parole sul termine tedesco Gastarbeiter, che significa migrante. Attraverso l’aggiunta della lettera T, che gli consente di inserire la parola ART, Boyadjev propone un parallelo tra lo status del migrante che vende la sua forza lavoro a un’economia straniera e la posizione dell’artista che investe tempo e fatica nella creazione di un valore culturale all’interno del sistema dell’arte senza ricevere in cambio un’adeguata gratifica monetaria. La documentazione sottolinea l’idea che alla base del valore culturale capitalizzato dai centri d’arte ci sia una forma di auto-sfruttamento da parte dell’artista.







inizio pagina

Luchezar Boyadjiev (BUL)
Marco Brambilla (I/USA)
Marc Bijl (NL)
Fabio Cifariello Ciardi (I)
Claude Closky (F)
Denis Darzacq (F)
Eva Grubinger (A)
Pablo Helguera (MX)
Damien Hirst (UK)
Bethan Huws (GB)
Christian Jankowski (D)
Atelier van Lieshout (NL)
Michael Landy (UK)
Thomas Locher (D)
Aernout Mik (NL)
Antoni Muntadas (E)
Takashi Murakami (J)
Josh On (CAN)
Dan Perjovschi (RUM)
Cesare Pietroiusti (I)
Wilfredo Prieto (CUB)

Palazzo Strozzi